La redazione di Be Urself CHIUDE. Il sito resta consultabile agli utenti. Ultimo aggiornamento gennaio 2013. Grazie a tutti.
Numero di uscita: 42 | mercoledý 9 gennaio 2013

BEURSELF.com

Home ! Che roba è? ! Collaboratori ! Newsletter ! Podcast/TV ! Contatti ! RSS
newsletter

 Servizio

Dilatazioni strumentali

Recensione de "Il Codice Blu - KM0"
a cura di Maurizio Griglio
Condividi questo articolo con i tuoi amici:
GIU 11 2012

Ci occupiamo oggi dei Codice Blu, interessante duo strumentale a metà tra cuneese e torinese.
KM 0” è sostanzialmente uno di quei dischi che definirei “pop intelligente”, uno strano ibrido tra melodie pop e succulenze progressive.
Nel caso di questo preciso disco non mi soffermerò sui singoli brani, ma sul lavoro complessivo della band.
La loro musica trasuda emozione, è tutto un mescolarsi di serenità e tensione... è come trovarsi nella calma apparente dell’occhio di un ciclone; mezzo passo avanti e si viene totalmente travolti da tensioni emotive importanti, quasi fossero scosse elettriche, per poi tornare nuovamente ad una calma apparente.
Tutto il disco si muove seguendo questa linea, ed è proprio questo che lo rende degno di nota. I due musicisti (chitarra/batteria) sono molto preparati e sanno fare bene il loro lavoro, senza però, annoiare l’ascoltatore con inutili e noiosi tecnicismi (tipici del prog).
I brani risultano quindi particolarmente efficaci, ma sopratutto sensati (cosa non da poco per una band strumentale... a dirla tutta cosa non da poco per una qualunque band).
I due enormi punti di forza di questo disco sono la semplicità e la cura per i dettagli.
La prima viene fuori immediatamente ed in modo tanto stupido quanto banale: il disco non annoia. La seconda caratteristica la si nota ascoltando attentamente i cambi ritmici della batteria, uno stesso giro di chitarra con variazioni della sezione ritmica permettono un’evoluzione sonora non indifferente, riuscendo altresì a far risaltare le capacità tecnico-compositive dei due musicisti, per questa ragione è un disco progressive.
In buona sostanza, pur non essendo io un appassionato di musica strumentale, devo dire di essere stato piacevolmente sorpreso da “KM 0”, un disco dove semplicità e ricerca sonora si fondono perfettamente insieme riuscendo a suscitare forti emozioni nell’ascoltatore.
Ultima nota, per chi fosse interessato, il lavoro è interamente disponibile in streaming sul blog dei Codice Blu, ciò detto, buon ascolto.

Voto: 9/10

Tracklist
Crystal Water
Red Wine & White Beer
Butterfly Hill
L’Ombra di Anele
Mangiatori di Peccati
Preludio I
Sandflower
Sei Minuti All’Alba

Ascolti Consigliati
L’Ombra di Anele
Sandflower

studio registrazioni
All-i(n)-One Recording StudioAll-i(n)-One Recording St
Casasonica StudioCasasonica Studio
Modulo Recording StudioModulo Recording Studio
MOLENMOLEN
Oxygen Recording StudioOxygen Recording Studio
TR Recording Studios di Luca TEX TestolinTR Recording Studios di L
TrumenRecordTrumenRecord
WhereverecordingWhereverecording
Cerca nel sito